Scriviamo insieme "Che cos'è Gimp?"

In questo forum si parla di tutto quello che riguarda l'attività intrapresa dal nostro sito (e dal relativo forum), su come ampliarlo, modificarlo e migliorarlo grazie ai vostri commenti, critiche e lodi. Non siate timidi, il vostro contributo è prezioso!
Avatar utente
Lazza
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 6271
Iscritto il: dom 5 set 2004, 13:06
Località: Borso del Grappa, Treviso
Contatta:

Scriviamo insieme "Che cos'è Gimp?"

Messaggio da Lazza » ven 10 apr 2009, 21:58

Come potete vedere, sto cominciando a mettere un po' di contenuti sulla parte sito. Anche se alcuni di questi saranno provvisori e da rivedere (come ad esempio i box in basso sulla home), è comunque un buon inizio per dare almeno una presentazione alla community italiana di Gimp!
Per questo voglio chiedervi di partecipare alla scrittura di questa pagina vuota:
http://gimpitalia.it/index.php/gimp/
Scrivete qui due o tre frasi in stile "wikipedia" o simili, per intenderci, che spieghino che cos'è Gimp. Alla fine metterò insieme i pezzi migliori e se sarà il caso adatterò qualcosa. :-)
Consigli:
  • Cercate prima di postare
  • Rispondete se vi chiediamo chiarimenti
  • Segnate la risposta che vi ha risolto il problema, con l'apposito bottone
  • Valutate cosa si può postare nelle domande di base

Avatar utente
johnnymnemonic
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 22
Iscritto il: lun 13 apr 2009, 19:47
Località: Bologna
Contatta:

Messaggio da johnnymnemonic » lun 13 apr 2009, 20:35

Ciao, appena arrivato e già rompo...

Dici di inserire frasi in stile Wikipedia e quelle prime che si leggono nella pagina sono riprese proprio da Wikipedia (magari le hai scritte sempre tu :wink: ), a questo punto non sarebbe il caso di citare la fonte, e magari inserire anche il resto della voce (le parti più interessanti almeno) ?

EDIT
Rileggendo sembrano un pò rielaborate, forse mi sono sbagliato, scusate sarà il pranzo di Pasquetta :roll:
Comunque ripropongo la restante parte del messaggio :wink:
Strange, the only winning move is not to play
Linux user #316631 on machine #362607
http://johnnymnemonic84.deviantart.com/

Avatar utente
Lazza
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 6271
Iscritto il: dom 5 set 2004, 13:06
Località: Borso del Grappa, Treviso
Contatta:

Messaggio da Lazza » lun 13 apr 2009, 20:39

Il testo l'ha scritto Snait, e se dobbiamo vedere, le prime 4 parole sono prese da Wikipedia. Un po' poco per mettersi a copiare un intero articolo no? ;-) E poi io voglio una presentazione, non una intera voce enciclopedica. :-D
Consigli:
  • Cercate prima di postare
  • Rispondete se vi chiediamo chiarimenti
  • Segnate la risposta che vi ha risolto il problema, con l'apposito bottone
  • Valutate cosa si può postare nelle domande di base

Avatar utente
johnnymnemonic
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 22
Iscritto il: lun 13 apr 2009, 19:47
Località: Bologna
Contatta:

Messaggio da johnnymnemonic » lun 13 apr 2009, 20:53

Benissimo, se interessa io farei una parte "storica": dalle origini alla versione 2.6

Comunque ribadisco che non volevo accusare nessuno di nulla, mi sono espresso un po male, scusate ancora
Strange, the only winning move is not to play
Linux user #316631 on machine #362607
http://johnnymnemonic84.deviantart.com/

Avatar utente
Lazza
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 6271
Iscritto il: dom 5 set 2004, 13:06
Località: Borso del Grappa, Treviso
Contatta:

Messaggio da Lazza » lun 13 apr 2009, 20:56

Ottimo. Quello che mi interessa è una breve parte storica, e soprattutto un paragrafo delle features. E magari qualcosina, ma non troppo, sui dettagli tecnici. Grazie del contributo che darai. :-D
Consigli:
  • Cercate prima di postare
  • Rispondete se vi chiediamo chiarimenti
  • Segnate la risposta che vi ha risolto il problema, con l'apposito bottone
  • Valutate cosa si può postare nelle domande di base

Avatar utente
johnnymnemonic
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 22
Iscritto il: lun 13 apr 2009, 19:47
Località: Bologna
Contatta:

Messaggio da johnnymnemonic » lun 13 apr 2009, 21:38

Ok, un qualcosina per iniziare: i primordi di GIMP, dall'idea alla versione 0.54
La storia di The GIMP nasce da due studenti dell'università di Berkeley, che decisero di scrivere un programma di manipolazione grafica piuttosto che un compilatore scheme/lisp come progetto didattico.
Nessuno dei due aveva esperienze precedenti nel campo grafico ma sembrava essere un progetto interessante.

Il 29 luglio 1995 Peter Mattis postò un messaggio in vari forum chiedendo informazioni e suggerimenti su un certo "graphical image manipulation program" simile a Photoshop, domandando quali strumenti dovesse possedere e quali formati supportare.

Solo quattro mesi più tardi, il 21 novembre 1995, Mattis presentò al mondo, in collaborazione con Spencer Kimball, la prima beta release di The GIMP, un programma di manipolazione grafica con supporto a:

colori a 8,15,16 e 24 bit
immagini in RGB, grayscale e indicizzate
formato GIF, JPEG, PNG, TIFF e XPM

e la possibilità di effettuare operazioni di:

selezione (rettangolare, ellittica, libera, fuzzy, bezier e intelligente)
trasformazione (rotazione, scala, inclinazione e flip)
disegno (riempimento, brush, airbrush, clonazione, convolve, blend e testo)
filtri (come blur ed edge detect)
canali e operazioni sui colori (come aggiunta, composite, decompose)
plug-ins
undo e redo.

Programmazione e test erano stati effettuati su sistemi Linux 1.2.13, Solaris 2.4, HPUX 9.05 e SGI IRIX, ed era ovviamente richiesto l'X-server in versione R5 o R6 per funzionare, oltre alle librerie grafiche Motif.

Il 15 febbraio 1996 arriva l'annuncio della neonata versione 0.54, che oltre a molti bugfix portava con se il supporto ai file TGA e PNM.
Da un confronto con Photoshop 3.0 gli autori poi si riproponevano di inserire i livelli nella prossima release ma sopratutto di abbandonare le librerie Motif colpevoli di rallentare il lavoro.

Fu dopo questo rilascio che nacque una mailing list per gli sviluppatori, creata da Peter e Spencer per ricevere feedback sul proprio lavoro. Non tutte le domande però erano appropriate da rivolgere a loro, che si intendevano più di puntatori e matrici che di immagini. Per questo la lista originale venne divisa in due parti, una per gli utenti e una per gli sviluppatori.

Alcuni utenti, come Zach Beane (Xach) e Federico Mena Quintero (Quartic) crearono pagine web dove si raccoglievano guide, tutorial e plug-in per il programma e contribuirono in questo modo alla diffusione di The GIMP.
Larry Ewing poi gli diede ancora maggior risalto usandolo per creare il suo famoso pinguino Tux, diventato simbolo di Linux.
Strange, the only winning move is not to play
Linux user #316631 on machine #362607
http://johnnymnemonic84.deviantart.com/

Avatar utente
Lazza
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 6271
Iscritto il: dom 5 set 2004, 13:06
Località: Borso del Grappa, Treviso
Contatta:

Messaggio da Lazza » lun 13 apr 2009, 21:42

Non era "general" invece di "graphical"? :-P
Comunque niente male, però è un po' lunga e c'è troppa roba tecnica, vedi:
Programmazione e test erano stati effettuati su sistemi Linux 1.2.13, Solaris 2.4, HPUX 9.05 e SGI IRIX, ed era ovviamente richiesto l'X-server in versione R5 o R6 per funzionare, oltre alle librerie grafiche Motif.
Consigli:
  • Cercate prima di postare
  • Rispondete se vi chiediamo chiarimenti
  • Segnate la risposta che vi ha risolto il problema, con l'apposito bottone
  • Valutate cosa si può postare nelle domande di base

Avatar utente
johnnymnemonic
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 22
Iscritto il: lun 13 apr 2009, 19:47
Località: Bologna
Contatta:

Messaggio da johnnymnemonic » lun 13 apr 2009, 21:51

No era proprio "graphical", vedi http://groups.google.com/group/comp.os. ... 60f527159b

Beh se è lunga si può tagliare, no?
Io scrivo, tu al massimo adattalo per come lo avevi pensato nella pagina

Si in effetti quella frase è un po troppo tecnica, ma delle Motif si deve parlare, perché è dal loro abbandono che vennero create le "leggermente famose" gtk :P
Strange, the only winning move is not to play
Linux user #316631 on machine #362607
http://johnnymnemonic84.deviantart.com/

Avatar utente
perfinstals
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1184
Iscritto il: lun 12 feb 2007, 15:45
Località: San Cipriano da Aversa
Contatta:

Messaggio da perfinstals » mar 14 apr 2009, 8:17

Immagine

Avatar utente
johnnymnemonic
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 22
Iscritto il: lun 13 apr 2009, 19:47
Località: Bologna
Contatta:

Messaggio da johnnymnemonic » mar 14 apr 2009, 8:42

perfinstals ha scritto:http://docs.gimp.org/it/gimp-introduction-history.html
può servire !
Grazie perfinstals, io sto seguendo la versione inglese che è più accurata, anche se qualcosa riguardo all'origine che leggo nel tuo link mi mancava :wink:
Strange, the only winning move is not to play
Linux user #316631 on machine #362607
http://johnnymnemonic84.deviantart.com/

Avatar utente
johnnymnemonic
Apprendista
Apprendista
Messaggi: 22
Iscritto il: lun 13 apr 2009, 19:47
Località: Bologna
Contatta:

Messaggio da johnnymnemonic » mar 14 apr 2009, 19:41

Un altro piccolo pezzo, dalla versione 0.60 all'abbandono dei programmatori originali
Come promesso Peter lascio Motif e si creò le proprie librerie, chiamandole gtk (Gimp Tool Kit) e gdk (Gimp Drawing Kit), il nome del programma inoltre cambio da The General Image Manipulation Program a GNU Image Manipulation Program.

La versione 0.6x del programma fu molto sperimentale e incompleta, venne cambiata la tecnologia alla base dei plug-in e si rivelo molto meno usabile della 0.54: erano frequenti infatti bug e crash.
Tutte le grandi modifiche pensate, i livelli, gli script e i tool di trasformazione non riuscivano a compensare le carenze tecniche rispetto alla versione precedente, che la gente continuava ad usare.

Il 26 febbraio 1997 venne rilasciata la versione 0.99 ed insieme ad essa le nuove gtk/gdk, chiamate ora GTK+.
Successive versioni del programma vennero pubblicate, fino alle 0.99.10, il 9 giugno 1997, questa fu l'ultima creata da Spencer e Peter.
Si erano infatti laureati, e avendo trovato un vero lavoro non avevano più tempo da dedicare la progetto; inoltre non indicarono nessun successore al loro posto, non comunicando nemmeno il loro abbandono.
Strange, the only winning move is not to play
Linux user #316631 on machine #362607
http://johnnymnemonic84.deviantart.com/

Avatar utente
Lazza
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 6271
Iscritto il: dom 5 set 2004, 13:06
Località: Borso del Grappa, Treviso
Contatta:

Messaggio da Lazza » mar 14 apr 2009, 21:07

Grazie di nuovo. Appena ho 5 minuti metto tutto al vaglio e pubblico. :-)
Consigli:
  • Cercate prima di postare
  • Rispondete se vi chiediamo chiarimenti
  • Segnate la risposta che vi ha risolto il problema, con l'apposito bottone
  • Valutate cosa si può postare nelle domande di base

Avatar utente
perfinstals
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1184
Iscritto il: lun 12 feb 2007, 15:45
Località: San Cipriano da Aversa
Contatta:

Messaggio da perfinstals » mer 6 mag 2009, 19:54

provo a dare il mio contributo con Gimp 0.60,controlla prima di aggiunger il pezzo però :
Nel luglio del 1996 avviene il rilascio della versione 0.60 di Gimp ,questa versione aveva l'importante caratteristica di funzionare con le nuove librerie sotto licenza libera GTK (GIMP Toolkit) e GDK (GIMP Drawing Kit) eliminando cosi la dipendenza e il costo commerciale della libreria sino ad allora usata che era la commerciale Motif (un grosso vantaggio per gli amati del software libero ) , tutto ciò fu sviluppato in 4 mesi da Spencer e Peter e oltre a tale novità ve ne furono svariate altre tra caratteristiche e strumenti nuovi: supporto base ai livelli, strumenti di disegno migliorati (campionamento subpixel, brush spacing), un aerografo migliore, modalità di disegno, ecc. ma questa versione servì solo come prototipo per gli sviluppatori per arrivare al rilascio della 0.99.

Gimp 0.99 venne rilasciata nel febbraio del 1997 sempre sviluppato dal lavoro di Spencer Kimball e Peter Mattis assieme ad altri collaboratori che apportarono a Gimp ulteriori migliorie tra cui:
1)Nuova API e PDB che resa possibile l' agevole creazione di script-fu che consentivano di automatizzare molte operazioni che fino ad allora si dovevano compiere personalmente a mano oltre che estensioni come SANE che consentiva di digitalizzare direttamente da Gimp
2)Cambio della libreria GTK/GDK in GTK+
3)Nuova gestione memoria «tile-based» che permetteva caricamenti di formati immagini molto grandi come ad esempio un' immagine da 100 MB
4)Introduzione del formato di salvamento nativo XCF che permette il salvamento di livelli con immagini ,guide,maschere ecc...

Gimp raggiunse la versione 0.99.10 nell' estate del 1997 e tale periodo coincise anche con l' inizio del ridimensionamento del contributo allo sviluppo dell'ormai laureti e lavoratori Spencer Kimball e Peter Mattis e altri sviluppatori portarono avanti il progetto sotto la dirigenza di Federico Mena .

Nel settembre del 1997 la libreria GTK+ fu iniziata ad usare per altre applicazioni (tra cui Gnome che è in Linux il Desktop gestore ufficiale di Gimp ).
Immagine

Avatar utente
Lazza
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 6271
Iscritto il: dom 5 set 2004, 13:06
Località: Borso del Grappa, Treviso
Contatta:

Messaggio da Lazza » gio 7 mag 2009, 15:19

Grazie anche a te, perfinstals. Il tuo testo aveva particolari abbastanza tecnici, per cui ne ho preso solo alcuni particolari. Ora è importante fare una lista quanto più breve e comprensibile sulle funzionalità del programma.
Consigli:
  • Cercate prima di postare
  • Rispondete se vi chiediamo chiarimenti
  • Segnate la risposta che vi ha risolto il problema, con l'apposito bottone
  • Valutate cosa si può postare nelle domande di base

Avatar utente
perfinstals
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1184
Iscritto il: lun 12 feb 2007, 15:45
Località: San Cipriano da Aversa
Contatta:

Messaggio da perfinstals » gio 7 mag 2009, 15:43

ho fatto delle osservazioni :
1) La versione 0.6 hai voluto togliere lo 0 di 60 o è stata una distrazione ...
2)è la storia finisce cosi ? non ci vorrebbe almeno il susseguirsi dei volotari di spcicco in ordine cronologico e in baso alle versioni per finire la storia in modo breve!
Ora è importante fare una lista quanto più breve e comprensibile sulle funzionalità del programma.
vedo un poco !! e se lo posto al più pesto
Immagine

Rispondi