[TUTORIAL] Color Correction (metodo di Pat David)

Questa sezione è relativa alla manipolazione, fotocomposizione e fotoritocco di immagini, prevalentemente di derivazione fotografica.
Rispondi
Avatar utente
Kekko_400D
Mastro Gimper
Mastro Gimper
Messaggi: 237
Iscritto il: gio 13 gen 2011, 14:18

[TUTORIAL] Color Correction (metodo di Pat David)

Messaggio da Kekko_400D » mer 28 dic 2011, 17:46

Ciao,
ho applicato il metodo illustrato da Pat David nel suo sito a questo URL: http://blog.patdavid.net/2011/06/gettin ... ction.html, ad una foto che a prima vista non sembrava così mal bilanciata, questa qui:
Immagine
(avevo già usato la stessa foto per la correzione della pelle in questa discussione sul Wavelet decompose plugin: http://gimpitalia.it/forum/viewtopic.php?f=32&t=16808)

Il metodo consiste nel cercare il punto bianco, il punto nero e il punto grigio di riferimento mediante un uso arguto dello strumento soglia (Threshold). Questo è il risultato, ottenuto con l'aggiunta anche di sbiancatura denti e occhi, levigatura pelle con Anisotropic Smoothing di GMIC e Sharpen selettivo:

Immagine

La foto era stata scattata in interni con flash indiretto ma in presenza anche di luci al tungsteno e neon cioè il peggiore mix di luci possa capitare.

Altro esempio, qui la situazione era difficile per l'alto contrasto tra la capra e il muro e il cielo velato:
Originale:

Immagine

Modificata:

Immagine

E ancora,
prima:
Immagine

dopo:
Immagine

Infine, prima:

Immagine
e dopo:
Immagine
Spero di aver toccato un tema di vostro interesse.
Ciao
Francesco
Ultima modifica di Kekko_400D il lun 2 gen 2012, 16:08, modificato 1 volta in totale.
Canon EOS 77D -EOS 400D - Tamron 17-50 f/2.8 LD Di2 XR IF - Canon EF 70-200 f/4 L IS - Nissin Di866.
My Flickr: http://www.flickr.com/photos/francesco_dini/

Avatar utente
johnJ
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1739
Iscritto il: sab 8 mag 2004, 22:43

Re: White Balance, metodo di PatDavid

Messaggio da johnJ » gio 29 dic 2011, 3:10

8O eccellente! :D
grazie per segnalazione ed esempi illuminanti :P

Avatar utente
morafoto
Mastro Gimper
Mastro Gimper
Messaggi: 310
Iscritto il: dom 28 nov 2010, 17:01
Località: Veneto
Contatta:

Re: White Balance, metodo di PatDavid

Messaggio da morafoto » gio 29 dic 2011, 21:13

La prima tende al blu, ma le altre tre sono davvero buone. Per il bilanciamento del bianco uso rigorosamente Dpp, ma questa tecnica è davvero interessante. Grazie della condivisione.
L'esperienza e' il tipo di insegnante piu' difficile. Prima ti fa l'esame, e poi ti spiega la lezione.

http://www.mora-foto.it - Tutorial Gimp e Fotografia

Avatar utente
Kekko_400D
Mastro Gimper
Mastro Gimper
Messaggi: 237
Iscritto il: gio 13 gen 2011, 14:18

Re: White Balance, metodo di PatDavid

Messaggio da Kekko_400D » gio 29 dic 2011, 22:56

Ciao Andrea o Marco,
si è vero DPP ha lo strumento giusto per il WB ma questo metodo consente di correggere i colori andando a cercare il (quasi) bianco, il (quasi) nero e il (quasi) grigio medio lasciando al fotografo la possibilità di forzare determinate scelte.
Se una foto ha una gamma dinamica estesa allora funziona bene altrimenti può miseramente fallire, ho una foto che non avendo bianchi o quasi bianchi non può essere corretta almeno per il punto bianco.
La dominante azzurra della prima è corretta in quanto le pareti di quella stanza sono celesti e ci può stare ma se vedi il bianco degli intarsi di pelle del giubbotto di Michela sono bianchi puri.
Ad ogni modo su Flickr c'è una bella discussione in merito e lo stesso Pat David riconosce i limiti del suo metodo che a mio avviso va provato se una certa foto non ci convince appieno.
Ciao
Francesco
Canon EOS 77D -EOS 400D - Tamron 17-50 f/2.8 LD Di2 XR IF - Canon EF 70-200 f/4 L IS - Nissin Di866.
My Flickr: http://www.flickr.com/photos/francesco_dini/

Avatar utente
Lazza
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 6220
Iscritto il: dom 5 set 2004, 13:06
Località: Borso del Grappa, Treviso
Contatta:

Re: White Balance, metodo di PatDavid

Messaggio da Lazza » dom 1 gen 2012, 11:32

Interessante. :) Finalmente ho scoperto cos'era quel "nuovo dal visibile"... :lol: Comunque sia ad essere onesto la foto del muretto mi sembra eccessivamente bianca. Boh, forse è un'impressione mia...
Consigli:
  • Cercate prima di postare
  • Rispondete se vi chiediamo chiarimenti
  • Segnate la risposta che vi ha risolto il problema, con l'apposito bottone
  • Valutate cosa si può postare nelle domande di base

Avatar utente
Kekko_400D
Mastro Gimper
Mastro Gimper
Messaggi: 237
Iscritto il: gio 13 gen 2011, 14:18

Re: White Balance, metodo di PatDavid

Messaggio da Kekko_400D » dom 1 gen 2012, 13:14

Ciao,
il muretto era proprio bianco, è un posto che conosco bene perchè ci vado ogni anno in vacanza.
Molto dipende però dalla calibrazione del monitor, il mio è semplicemente impostato per le mie preferenze ma non l'ho mai calibrato con strumenti sofisticati per cui mi rendo conto che da video a video le tonalità possano cambiare.
Ciao e Buon Anno
Francesco
Canon EOS 77D -EOS 400D - Tamron 17-50 f/2.8 LD Di2 XR IF - Canon EF 70-200 f/4 L IS - Nissin Di866.
My Flickr: http://www.flickr.com/photos/francesco_dini/

Avatar utente
johnJ
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1739
Iscritto il: sab 8 mag 2004, 22:43

Re: White Balance, metodo di PatDavid

Messaggio da johnJ » dom 1 gen 2012, 14:21

non è che per la befana ci regali un tutorial in italiano? :roll:

Avatar utente
Kekko_400D
Mastro Gimper
Mastro Gimper
Messaggi: 237
Iscritto il: gio 13 gen 2011, 14:18

Re: White Balance, metodo di PatDavid

Messaggio da Kekko_400D » dom 1 gen 2012, 18:26

Magari, calcola che domani torno al lavoro e se, come un ppo' mi aspetto, sarà una giornata tranquilla, posso provare a tradurre e a sintetizzare il metodo.
Devo aggiungere perlatro che ne ho parlato con un fotografo digitale che va per la maggiore, Michele Abriola, qui il suo sito: http://www.catchingamoment.it/index2.php#/home/, e mi ha scritto questo:
Il metodo che hai studiato è il classico ma vecchio sistema utilizzato specialmente in pre stampa fino a qualche annetto fa.
Le tecniche più moderne affrontano il tema in maniera diversa e molto più approfondita sfruttando l'analisi dell'intera immagine e dei suoi colori in modo "matematico" e per colori noti. Lo si fa oggi in modo particolare sfruttando le potenzialità del metodo LAB per identificare immediatamente le dominanti e correggerle sfruttando la potenza delle curve applicate ai singoli canali dell'immagine.

Mi ha inoltre suggerito di seguire questo gruppo su FB dove stanno approfondendo il tema del colore secondo le più nuove tecniche: https://www.facebook.com/groups/colorcorrectioncampus/. Loro utilizzano PS ma gran parte delle tecniche sono utilizzabili anche in GIMP.
Spero di essere in grado di portare qui un po' di conoscenza sul tema che è fondamentale per il salto di qualità sulle modalità d'intervento su immagini.
Ciao
Francesco
Canon EOS 77D -EOS 400D - Tamron 17-50 f/2.8 LD Di2 XR IF - Canon EF 70-200 f/4 L IS - Nissin Di866.
My Flickr: http://www.flickr.com/photos/francesco_dini/

Avatar utente
Kekko_400D
Mastro Gimper
Mastro Gimper
Messaggi: 237
Iscritto il: gio 13 gen 2011, 14:18

Re: White Balance, metodo di PatDavid

Messaggio da Kekko_400D » lun 2 gen 2012, 16:07

Ciao,
di seguito troverete una libera traduzione di un tutorial di Pat David reperibile a questo indirizzo: http://blog.patdavid.net/2011/06/gettin ... ction.html
Qual è lo scopo di questo tutorial? Dal titolo capiamo che trattiamo del Color Correction cioè di un tema che sta molto a cuore ai fotografi digitali perchè dalla sua corretta applicazione deriva il successo di una foto. Quante volte ci siamo domandati “ma perchè le foto prodotte dalle migliori reflex digitali non sempre soddisfano pienamente i nostri desiderata per i colori? Cosa posso fare per migliorare o modificare i colori delle mie foto affinchè siano realistici o creativi?”
In effetti attraverso il Color Correction si possono ottenere libere interpretazioni del colore e intraprendere dei veri e propri percorsi estetici. Qui si vuole semplicemente descrivere un metodo, base, per trovare il bianco, il nero e il grigio di un file .jpg e quindi di riportare alla luce colori o sfumature di colore perse nel primo sviluppo in camera chiara.
Tutto ciò che riporto NON è farina del mio sacco ma è frutto del lavoro di Pat David il quale ha aperto una discussione su questo metodo anche su Flickr a questo indirizzo: http://www.flickr.com/groups/gimpusers/ ... 690324133/ in cui ci sono interessanti pareri di altri utenti.
Nella pagina di Pat David c’è anche un video che semplifica la comprensione del metodo.
Gli strumenti da utilizzare sono i Livelli (Levels) e la soglia (Threshold) oltre che i Layers.
Si parte da una immagine e se ne duplica il livello per mantenere comunque l’iimmagine originale per poterci confrontare con essa ad ogni passaggio e verificare di non andare fuori strada, in alcuni casi in effetti il metodo dà risultati insoddisfacenti. (Pat David nella sua pagina suggerisce di iniziare da un bilanciamento automatico dei colori attraverso il tasto Auto dello strumento Livelli o il White Balance sotto Color/Auto/ per esaminare quale dei metodi dia un risultato migliore)
Punto 1. Sul livello duplicato che chiameremo Bianco si applica lo strumento Soglia (Threshold) che si trova sotto Color.

Immagine

Spostando il cursore del Nero verso destra sino a farlo quasi combaciare con il cursore del bianco l’immagine diventa quasi del tutto nera ad eccezione di alcuni pixel bianchi. Se si sposta il cursore del nero fino a quello del bianco l’immagine diventa completamente nera, quindi spostandolo di uno o due pixel alla volta indietro appariranno i primi pixel bianchi. Occorre prendere nota di questi pixel. Come? Io seguo questo metodo. Do’ Ok alla soglia e quindi "zoommo" sul pixel bianco per meglio evidenziarlo. Mi appunto le sue coordinate e poi da Edit faccio Undo Threshold (cioè annullo la soglia). Quindi richiamo i Livelli e clicco sul contagocce del bianco sotto Output (vedi immagine sotto)

Immagine

e con il contagocce attivato mi sposto sull’immagine ingrandita e clicco sul pixel prima identificato: dopo aver cliccato l’immagine di solito si schiarisce in quanto abbiamo detto che quello è il bianco di riferimento. Se il pixel prima appariva un po’ meno bianco vuol dire che il Bilanciamento del bianco originale non era pienamente corretto o che la foto aveva toni più caldi. L’aver identificato un bianco più chiaro comporta un “raffreddamento dei colori” e in generale una maggiore luminosità della foto.
Punto 2. Procediamo con l’identificazione del nero. Duplichiamo nuovamente il livello modificato nel passo precedente e lavoriamo sul nuovo duplicato che chiameremo Nero. Richiamiamo la soglia e spostiamo verso sx il cursoe del nero e poi ancora verso sx quello del bianco fino a farlo coincidere con quello del nero. L’immagina sarà completamente nera a rimuovendo il cursore del bianco piano piano verso destra appariranno alcuni puntini, pixel. Come prima diamo pure Ok, facciamo zoom sul pixel bianco e annotiamo le sue coordinate. Quindi annulliamo la Soglia e richiamiamo i Livelli. Clicchiamo sul Contagocce del nero in Output e andiamo a cliccare sul pixel appena identificato. Abbiamo di fatto individuato il Nero della nostra immagine. Dopo questi due passaggi la foto dovrebbe apparire maggiormente contrastata e in molti casi è anche ben bilanciata. Il metodo però dice di individuare anche il grigio medio. Come? Con un metodo simile a quelli visti sopra ma con una piccola differenza.
Punto 3. Partendo dal livello appena modificato duplichiamolo e chiamiamolo Grigio. Quindi impostiamo nella tavola dei colori di sfondo il grigio medio ovvero quello che ha 128, 128, 128 come valori di RGB. Quindi creiamo un nuovo livello con colore di sfondo che è stato appena impostato a Grigio medio. Cambiamo il metodo di fusione di questi due nuovi livelli a “Differenza”. Adesso creiamo un nuovo livello dal visibile mediante tasto destro del mouse sul livello appena generato dalla fusione per Differenza.
Su questo nuovo livello dai colori un po’ improbabili applichiamo come al punto 2 la soglia e quindi spostiamo il cursore del nero completamente a sinistra e successivamente portiamo anche il cursore del bianco in prossimità del nero a sinistra. A poco a poco spostiamo il cursore del bianco a dx fino all’apparire dei primi pixel bianchi sull’immagine. Facciamo Ok alla soglia. Facciamo zoom sul pixel apparso, appuntiamoci le sue coordinte e quindi annulliamo la Soglia.
A questo punto clicchiamo sugli Occhietti dei due livelli più in alto (quello dai colori improbabili e quello tutto grigio), rendiamo attivo il livello Grigio e chiamiamo i Livelli.

Immagine

Clicchiamo sul Contagocce del Grigio e andiamo a cliccare sul pixel prima identificato. A questo punto abbiamo individuato anche il grigio medio nella nostra immagine.
La foto dunque dovrebbe apparire meglio bilanciata e con maggiori sfumature.
Ultima modifica di Kekko_400D il mar 31 gen 2012, 12:08, modificato 2 volte in totale.
Canon EOS 77D -EOS 400D - Tamron 17-50 f/2.8 LD Di2 XR IF - Canon EF 70-200 f/4 L IS - Nissin Di866.
My Flickr: http://www.flickr.com/photos/francesco_dini/

Avatar utente
johnJ
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1739
Iscritto il: sab 8 mag 2004, 22:43

Re: Tutorial sul Color Correction (metodo di Pat David)

Messaggio da johnJ » mer 4 gen 2012, 11:58

:D :D :D :D
mille grazie e complimenti, appena ho un minuto eseguo

Avatar utente
donGoGo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1436
Iscritto il: mer 11 lug 2007, 10:14
Contatta:

Re: [TUTORIAL] Color Correction (metodo di Pat David)

Messaggio da donGoGo » lun 30 gen 2012, 19:09

Grazie per la condivisione...inserito in http://gimpitalia.it/resources/ :wink:

:oops: accidenti solo ora mi sono imbattuto in questo ottimo tutorial.

Avatar utente
Kekko_400D
Mastro Gimper
Mastro Gimper
Messaggi: 237
Iscritto il: gio 13 gen 2011, 14:18

Re: [TUTORIAL] Color Correction (metodo di Pat David)

Messaggio da Kekko_400D » mar 31 gen 2012, 12:05

Grazie a te per l'interessamento.
Dovrei aggiungere un avvertimento perchè in talune situazioni può dare risultati sbagliati, per esempio, i pixel bianchi o neri a volte non lo sono veramente, guardando i valori RGB potrebberisultare che un pixel identificato come bianco dallo strumento soglia in realtà potrebbe avere come valori 255, 253, 252 o anche più bassi per cui scegliendo quello come punto di riferimento per il bianco si otterrebbe una dominante di qualche colore.
Prestare sempre attenzione e valutare se le zone "bianche" o "nere" lo siano veramente o comunque saper valutare in anticipo l'effetto che ne consegue.
Ciao
Francesco
Canon EOS 77D -EOS 400D - Tamron 17-50 f/2.8 LD Di2 XR IF - Canon EF 70-200 f/4 L IS - Nissin Di866.
My Flickr: http://www.flickr.com/photos/francesco_dini/

Avatar utente
Lazza
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 6220
Iscritto il: dom 5 set 2004, 13:06
Località: Borso del Grappa, Treviso
Contatta:

Re: [TUTORIAL] Color Correction (metodo di Pat David)

Messaggio da Lazza » mar 31 gen 2012, 12:15

Be' ma il punto dei livelli è proprio quello, no? Se esistono già punti perfettamente bianchi o perfettamente neri a 'sto punto impostarli come "margini" non dovrebbe lasciare l'immagine inalterata? :)
Consigli:
  • Cercate prima di postare
  • Rispondete se vi chiediamo chiarimenti
  • Segnate la risposta che vi ha risolto il problema, con l'apposito bottone
  • Valutate cosa si può postare nelle domande di base

Avatar utente
Kekko_400D
Mastro Gimper
Mastro Gimper
Messaggi: 237
Iscritto il: gio 13 gen 2011, 14:18

Re: [TUTORIAL] Color Correction (metodo di Pat David)

Messaggio da Kekko_400D » mar 31 gen 2012, 13:44

Si però quando uno dei tre colori primari è sensibilmente più basso puoi introdurre del color casting.
Insomma: occhi ai falsi positivi.
Ciao
Francesco
Canon EOS 77D -EOS 400D - Tamron 17-50 f/2.8 LD Di2 XR IF - Canon EF 70-200 f/4 L IS - Nissin Di866.
My Flickr: http://www.flickr.com/photos/francesco_dini/

Rispondi